ASCOLI PICENO – Nega tutto il 29enne ascolano arrestato nei giorni scorsi dalla Squadra Mobile per avere, secondo l’accusa, segregato, picchiato e procurato lesioni ad una donna incinta (LEGGI QUI). L’uomo è stato interrogato nel carcere di Marino del Tronto dal gip del tribunale di Ascoli Piceno Annalisa Giusti. Si è difeso negando di non aver mai usato violenza contro la donna o di averla rinchiusa in casa per alcune ore. Ha anzi dichiarato di essere lui vittima della donna, con la quale la relazione si è interrotta da qualche tempo, ma che lei, a suo dire, voleva riprendere.

 

Nel frattempo la donna ha dato alla luce un bambino. L’avvocato difensore si riserva di presentare, a breve richiesta, di scarcerazione per il suo assistito o quantomeno di arresti domiciliari. Nel frattempo resta detenuto in carcere.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *