SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Piunti, effetto afa. Per chi era in sala consiliare sabato 20 luglio, ed ha ascoltato il sindaco lodarsi, come durante la conferenza stampa per la Festa della Marina, sicuramente avrà pensato ad un colpo di sole oppure ad un’estrema insofferenza verso l’afa insistente di questi giorni». Il Pd va all’attacco. Questa volta è la segretaria del circolo nord Daniela Bigossi a suonare la carica.

 

Tuona Bigossi: «Certe dichiarazioni, oltre che nascondere un’evidente debolezza, portano alla luce divisioni e grandi fibrillazioni all’interno della maggioranza sambenedettese.

 

Le inesattezze di cui il sindaco si vanta lo rendono assai ridicolo, basti pensare alla questione Ballarin. Una situazione su cui questa amministrazione non ha la più pallida idea di cosa fare. Oltretutto, Piunti eviti di dichiarare che la sua amministrazione è stata la prima a metterci le mani. Forse, non ricorda, nonostante i suoi 24 anni di Consiglio comunale, che quell’area è di proprietà comunale grazie alla prima Giunta Gaspari, che l’acquistò dal Demanio marittimo con un investimento di 600mila euro. Un’operazione che fu permessa dall’allora Finanziaria dell’ultimo Governo Prodi, che generò, anche, il famoso vincolo decennale, bloccando qualsiasi tipo di azione».

 

Insiste la Bigossi: «Piunti non sa, minimamente, cosa significhi governare: nonostante ci sia stato un sostanziale allentamento del Patto di Stabilità, non si vede da parte di questa amministrazione nessuna progettazione al di là della normale manutenzione, carente, anch’essa in quasi tutta la città, compresa la zona turistica.

 

Non mancano però, un considerevole numero di mercatini, che se frequenti, possono danneggiare il tessuto commerciale della città. C’è, anche, chi pensa solo ed esclusivamente alle prossime elezioni regionali, come il suo assessore ai Lavori Pubblici.

 

Credo, dunque, che sia giunto il momento di iniziare a creare una solida alternativa a questa amministrazione, poiché, Sindaco, quando parla di maggioranza dimentica, che alle ultime Amministrative ha ottenuto, poco più, del 29% dei consensi da parte dei cittadini di San Benedetto».

 

Conclude Bigossi: «Sindaco lasci che siano gli altri a lodarla, perché, “chi si loda, si sbroda”».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *