MONTEPRANDONE – Due anni dopo l’Handball Club Monteprandone riparte dalla Serie e chissà che effetto farà alla squadra allenata per l’ottava stagione consecutiva dal siciliano Andrea Vultaggio. Di sicuro la sfida che attende l’Hc, all’esordio casalingo nel girone Marche-Abruzzo sabato alle 18 contro Guardiagrele, è di quelle gustose: in campo, tolta una manciata di senatori (in testa capitan De Cugni), si vedrà sostanzialmente l’Under 17 dell’ultima annata (campione regionale e in corsa fino all’ultimo per il titolo nazionale).

 

Dunque Monteprandone giovane, anzi giovanissimo, con l’unica novità costituita dall’ex Under 21, l’ala Leonardo Pantaleo. Molti di più gli addii: dopo l’esperto Milo Sabbatini hanno salutato il pivot Fabio Funari, per motivi di lavoro, il centrale Waeil Khouaja e l’ala Leonardo Grilli, entrambi finiti in prestito in serie A2, rispettivamente al Ferrara United e alla Pallamano Camerano.

 

«Siamo molto giovani, ma venderemo cara la pelle. E proveremo ad arrivare il più in alto possibile» promette il vicepresidente Pierpaolo Romandini. Che rivela: «Durante gli allenamenti, in questi 2 mesi, ho notato grande affiatamento tra i ragazzi. Di solito quand’è così, poi fai bene. Ci aspetta un campionato molto lungo (22 giornate ndr) e avvincente, ma credo che il nostro coach saprà far rendere al meglio la squadra».

 

E proprio coach Andrea Vultaggio commenta: «Siamo giovani, con meccanismi ancora da oliare e un solo vero test precampionato. Il nostro obiettivo è pensare una partita alla volta». Sabato al palazzetto di via Colle Gioioso l’ingresso sarà gratuito.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *