SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolto il tradizionale saggio di fine anno del Corso di Propedeutica organizzato dell’Istituto musicale ‘Antonio Vivaldi’. Gli allievi che durante l’anno scolastico hanno seguito le lezioni di avvio alla musica si sono esibiti in una manifestazione al Teatro ‘Concordia’ di San Benedetto del Tronto. Gli onori di casa sono stati fatti dall’Assessore Comunale alla Cultura Annalisa Ruggieri, dal Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto ‘Vivaldi’ Francesco Romano e dalla Coordinatrice Didattica Daniela Tremaroli.

 

Il titolo del saggio è ‘Che gioia i colori!’ e come di consueto è stato curato per i testi da Emanuela Marcattili e, per l’accompagnamento al pianoforte e gli arrangiamenti, da Mariacristina Vallese, entrambe insegnanti del Corso di Propedeutica. Il maestro Gian Paolo Corradetti ha accompagnato con il flauto, mentre la voce narrante è stata quella di Daniele Pignotti.

 

La storia ideata è ambientata nel paese speciale di Colorandia, dove regnano sempre la gioia e la pace tra gli abitanti. Questa straordinaria atmosfera viene spezzata dall’arrivo della strega Scolorina, interpretata da Alessia De Angelis, che porta via i colori della natura, delle case, degli oggetti, della musica e anche dei sentimenti. Tutto, a poco a poco, comincia a sbiadire e un intenso grigiore avvolge ogni cosa. Gli abitanti, tristi e sconsolati, chiedono aiuto a fata Iridella, impersonata da Lucia Pelliccioni, buona e generosa e con una grande passione per la pittura, che con la sua magica bontà riporterà gradualmente i colori nella città. Gli abitanti organizzano così giorni di festa a cui vengono invitate anche Iridella e la strega Scolorina. Quest’ultima, pentita, chiese scusa e per farsi perdonare impara a dipingere e, con la buona Fata, contribuisce ad abbellire la città.

 

I bambini, dai 4 ai 7 anni, hanno interpretato l’arcobaleno, i fiori, la frutta, il semaforo, i tifosi, i writers, mentre il coro era composto dai ragazzi più grandi che hanno già iniziato a suonare gli strumenti musicali.

 

L’insegnante Emanuela Marcattili conclude con i ringraziamenti: «Grazie alla professoressa Mariacristina Vallese per l’accompagnamento al pianoforte e gli arrangiamenti dei brani proposti. Grazie al flautista Maestro Giampaolo Corradetti per la sua preziosa, gratuita collaborazione. Grazie anche per aver composto per noi la musica del canto ‘Saluti a colori’ che abbiamo eseguito prima del canto finale. Grazie ai bambini, ai ragazzi del coro, a tutti i genitori, anche per il loro impegno per i costumi. Un pensiero ai nonni, agli zii che durante l’anno scolastico accompagnano e seguono i nostri piccoli.

 

Grazie all’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto, al Sindaco Pasqualino Piunti, all’Assessore alla cultura Annalisa Ruggieri, all’Assessore ai Servizi Sociali Emanuela Carboni, alla pedagogista Rita Tancredi responsabile degli Asili Nido Comunali di San Benedetto del Tronto, a tutto il Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Vivaldi: Il Presidente Francesco Romano e le consigliere Claudia De Angelis e Paola Olivieri , al Direttore Amministrativo Tonino Rosati. Grazie di cuore anche alla coordinatrice didattica Daniela Tremaroli per la sua disponibilità e la grande passione con cui ci segue sempre.

 

Grazie alla Strega Scolorina Alessia De Angelis e alla Fata Iridella Lucia Pelliccioni. Grazie alla signora Wanda , mamma dell’insegnante Mariacristina, per aver abbellito i costumi della frutta con magnifiche pennellate di colore. Grazie al Dottor Daniela Pignotti per la voce fuori campo. Grazie a tutte coloro che hanno lavorato dietro le quinte: le signore Elena, Gabriella, Gina, Domenica, Loredana, e le giovani Marta e Aurora che ci hanno dato una mano. Grazie a ‘Ultima libertà’ per il servizio audio video e animazioni interattive: Fiorenzo, Stefano Andrea e Walter, il Signor Giorgio Sgherzi per le riprese.

 

Voglio citare una frase, tratta dalla poesia ‘Agonia’ di Cesare Pavese che conclude il testo di questo saggio: Ogni nuovo mattino uscirò per le strade cercando i colori’. Sia per tutti noi un pensiero di speranza quando, nei momenti difficili,  vediamo tutto nero’».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *