L’imprenditrice sambenedettese arrestata aveva il telefono sotto controllo