SAN BENEDETTO DEL TRONTOConfronto fra Start e comune: tre commissioni, sindaco assente. Era facile immaginare un confronto politico sulla gestione della partecipata. A cercarlo sono stati tutti i colori politici dell’amministrazione sambenedettese. E la risposta del presidente Enrico Diomedi è univoca: «Le porte sono aperte. Oggi come domani».

 

L’attenzione è stata posta sull’affermazione, di qualche settimana fa, del sindaco Pasqualino Piunti. Il primo cittadino diceva, poco tempo fa, che durante il periodo estivo il trasporto pubblico “avrebbe fatto schifo”. «Non voglio porre troppe attenzione ad un’espressione colorita» dice il presidente Enrico Diomedi. «Siamo qui per aprire un tavolo di confronto».

 

«Forse manca un rapporto fruttuoso fra comune e Start» provoca Rosaria Falco. E la polemica si accende: «Cosa vuoi che importi ai vertici della Start di questo» replica Stefano Muzi. «Potevi lamentarti quest’estate, invece di adesso». «Lo faccio ora, proprio in virtù della mia presenza in questa convocazione».

 

Ma a lamentarsi non è stata solo la minoranza. «Se si tratta solo di un’espressione colorita, voi con chi vi rapportate?» dice Gianni Balloni (FdI). A fare da eco il presidente della III Bilancio, Antonio Capriotti: «In quella situazione il sindaco si è trovato ad esprimere la volontà del popolo. La stragrande maggioranza dei sambenedettesi non usa il trasporto pubblico. Perché non è adeguato. Ci aspettiamo un piano di adeguamento».

 

«Arrivare alle conclusioni senza un’analisi preliminare è avventato» replica il presidente Diomedi: «sul trasporto locale vogliamo tornare a puntare molto».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *