SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dehors. Il sindaco Pasqualino Piunti non cede ai commercianti, che chiedono maglie più larghe per il nuovo regolamento per l’occupazione del suolo pubblico. Un regolamento che riduce drasticamente la possibilità di installare davanti ai bar e ai ristoranti i dehors, cioè i gazebo chiusi o semiaperti. Questa mattina nel Municipio di viale De Gasperi si è svolto un incontro tra l’amministrazione comunale e le associazioni di categoria, che si è concluso con un nulla di fatto  per gli esercenti.

 

«Vogliamo la stessa considerazione dei commercianti ambulanti», ha detto il direttore di Confesercenti, Elena Capriotti, rivolgendosi al primo cittadino. La Capriotti ha fatto riferimento al progetto di restyling di piazza Montebello, dove il Comune ha eliminato gli impianti luminosi a forma di ombrelloni rovesciati perché intralciano la disposizione delle bancarelle.

 

Confesercenti presenterà le osservazioni alla bozza del regolamento illustrata questa mattina dai tecnici del Comune. «Noi vogliamo dialogare con l’ente, ma questa mattina – lamenta Alessandro Marini di Confesercenti – l’amministrazione ci ha messo di fronte ad un fatto ormai compiuto. Il problema è che il sindaco per una parte del regolamento non ha seguito le imposizioni della Soprintendenza, ma ha dato direttive proprie.

 

Ad esempio, non si dà possibilità di occupare gli stalli in nessun caso; i gazebo devono stare attaccati alle mura degli edifici e bisogna lasciare un metro  e mezzo di marciapiede, senza però considerare che in alcune vie del centro i marciepiedi sono molto stretti.

 

Secondo noi non ha senso la norma che vieta ovunque di occupare i parcheggi, perché ci sono strade dove ci passano pochi autoveicoli. Presenteremo le sosservazioni chidendo di correggere la bozza».

 

Confesercenti chiederà, tra l’altro, di potere occupare gli stalli sulle strade con poco traffico, di potere utilizzare il nero per gli arredi, di concedere quattro anni di tempo per l’adeguamento al nuovo regolamento, di ampliare la zona che sulla mappa del regolamento è verde chiaro poiché in queste aree si possono installare i gazebo semiaperti.

 

Piunti è parso irremovibile, ma ha annunciato l’intenzione di indire un incontro tra amministrazione, commercianti  e Soprintentendenza.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *