SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Oltre 800 firme raccolte al gazebo alla Festa del Primo Maggio, nel quartiere Agraria di Porto d’Ascoli. Firme per avere chiarimenti dalla Ciip e dal Comune sull’acqua che arriva nelle case dei sambenedettesi.

 

«La raccolta firme continua», assicura Claudio Benigni, segretario del Pd di Porto d’Ascoli, mentre al gazebo raccolgono firme Gianna Pulsone e Manuela Casciotti. «Stiamo organizzando continua Benigni – banchetti in tutta la città. Non ci fermeremo fino a quando l’acqua che esce dai rubinetti delle nostre case non sarà inodore e incolore».

 

LEGGI QUI I MOTIVI DELLA PETIZIONE POPOLARE

 

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *