ANCONA – «L’unico che difende il Madonna del Soccorso sono io» dichiara Fabio Urbinati a margine della riunione in IV commissione Sanità, che oggi ha ospitato anche i politici sambenedettesi.

 

«Mi trovo costretto a ripeterlo: se la proposta di Piunti passasse, il Madonna del Soccorso chiuderebbe. Oggi il sindaco e i consiglieri di San Benedetto si sono arenati su una discussione sterile: ospedale a Centobuchi piuttosto che a Pagliare. Ripeto anche questo: per guadagnare 4 minuti di percorrenza stradale rinunciano al presidio di San Benedetto. Ecco qual è il livello della discussione: da sambenedettese sono amareggiato».

 

Urbinati commenta anche la questione della diffida: «Piunti dovrebbe rivolgerla a Fioravanti, non alla Regione. Non so se ha udito ciò che ha detto il sindaco di Ascoli, ma sono parole contro San Benedetto».

 

C’è poi grande attesa per il suo emendamento: «Lo blinderò, mostrandolo a tutte le province prima dell’approvazione, di modo che questa sia assicurata».

 

E poi, il monito finale: «Se la Regione dovesse cambiare bandiera, e non me lo auguro» conclude Urbinati, «allora possiamo cominciare a vestirci a lutto per il Madonna del Soccorso. Se vince Castelli si fa quello che dice lui, e l’ex sindaco di Ascoli non favorirebbe di certo la sanità della Riviera».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *