SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb dice addio alla Coppa Italia Tim 2018/2019 con la sconfitta di ieri a La Spezia (2-1 per i liguri il finale) e, dopo le prime due partite ufficiali della stagione, si può già tracciare qualche giudizio sui nuovi arrivati.

Chi non ha convinto è il portiere Sala, apparso insicuro in più di un’occasione e autore di un grave errore di lettura sul secondo gol dello Spezia firmato Bartolomei. Il ritorno di Pegorin, dunque, sarà molto importante per Magi, che potrà scegliere chi difenderà i pali della porta rossoblù.

Tante note liete, invece, in difesa e centrocampo. Zaffagnini si è inserito subito bene e anche Biondi ieri non ha demeritato al posto di Miceli. Molto bene Ilari in mezzo al campo, dove il valore aggiunto resta sempre Luca Gelonese.

Quattro reti per lui nella regular season della passata stagione, la sua prima in maglia rossoblù. Luca Gelonese ci ha messo poco a farsi apprezzare dal mondo Samb, grazie ad un campionato fatto di grinta, sudore e gol.

Due partite e due centri quest’anno e siamo ancora in estate, con quell’investitura da “Capitan Futuro” (così lo ha definito Andrea Fedeli dopo il rinnovo fino al 2022) che lo avrà caricato ancora di più. In attesa dell’attacco, dunque, è Gelonese il bomber della Samb e i tifosi rossoblù potranno goderselo a lungo al Riviera delle Palme.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *