ASCOLI PICENO – Hanno fatto ridere e riflettere la platea gremita di ascolani accorsi a dare sostegno all’AISM in una serata di solidarietà per la lotta alla sclerosi multipla. Corrado Nuzzo e Maria Di Biase di scena ieri sera al Ventidio Basso con uno spettacolo che pare uno spaccato comico di ménage familiare, ispirato ai vizi e virtù della vita di coppia, così come coppia d’arte e nella vita sono i due interpreti.

 

 

Tradimenti goffi, suocere malevole e flirt impossibili: questi sono i crucci degli Italiani, messi a nudo in tutta la leggerezza e la pigrizia su cui imperniano le relazioni di coppia registrando primati comici in Europa come quello sul tradimento. L’affinità elettiva tra i due comici si respira fin dalle prime battute, e le gag esilaranti si susseguono a spunti di attualità grottesca e purtroppo molto realistica.

 

 

Il messaggio del duo meridionale doc – lui è foggiano, lei molisana con orgoglio – sembra partire dalle ironiche e un po’ ridicole situazioni di crisi di coppia passando tra una risata e l’altra alle affinità elettive, per concludersi con l’apologia dell’amore nella semplicità della dichiarazione dei due artisti che si scelgono una volta ancora sul palco in occasione del loro ventesimo anniversario celebrato proprio nella data ascolana del tour.

 

 

Una conferma (se ce ne fosse stato bisogno) del talento all’italiana dei due comici, anche se forse è riduttivo definirli così: a gennaio sono usciti nelle sale cinematografiche con il loro primo film “ Vengo anch’io” in cui esprimono tutta la sensibilità e la preoccupazione di tanta parte di italiani per il fenomeno migratorio che riguarda sempre più il nostro Paese. Sono in diretta su Radio2 tutti i giorni dalle 16 alle 17,30 nel programma Numeri Uni e sabato e domenica in Black Out. Al momento sono impegnati a calcare i palchi d’Italia con il nuovo spettacolo, Italiani bella gente, mettendo a nudo tutti i pregi e i difetti di un popolo di amatori.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *