MARCHE – La Boheme in un tour su camion nelle zone del cratere sismico per offrire momenti di svago, ma anche sentimenti di speranza e rinascita tramite una delle più alte forme artistiche italiane. È la manifestazione ‘LiricoStruiamo’ che torna per il secondo anno consecutivo, organizzata dall’associazione Camerata Musicale del Gentile, in collaborazione con ARTeM Rieti, Istituto Mascagni Livorno, Comune di Fabriano. Main sponsor il Pio Sodalizio dei Piceni.

Tremila km, dieci mezzi storici, un ensemble di una cinquantina di persone tra tecnici e musicisti: il tour abbraccia idealmente tre regioni ferite, Lazio (Cantalice di Rieti), Umbria (Preci), Marche (Arquata del Tronto, Castelsantangelo sul Nera, Fabriano, Sassoferrato). Anteprima a Fabriano, dove si svolgono le prove aperte, il 30 luglio, poi la prima a Roma il primo agosto nel complesso monumentale di San Salvatore in Lauro, le altre tappe si snodano sino al 9 agosto. Spettacoli gratuiti, il pubblico deve portarsi le sedie.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *