SAN SAVINO – Qualche settimana fa i ladri rubarono la statua della Madonna nell’urna tra le strade che portano alla fattoria Merli e alla Valtesino. Per qualche tempo l’urna è rimasta vuota, ma ieri vi è stata collocata una statua restaurata dall’artista Patrizio Moscardelli. Apparteneva a Italo Illuminati che dagli anni Cinquanta la teneva nel mulino in segno di voto alla Santa Vergine di Loreto.

 

«La piccola statua della Madonna di Loreto, custodita fino ad oggi dalla famiglia Illuminati, è stata donata alla comunità», racconta il parroco di San Savino don Lanfranco Iachetti. «Essa – spiega il curato – porta con sé una storia interessante, infatti negli anni Cinquanta il signor Italo Illuminati subì un incidente a causa di una botte caduta sopra i suoi piedi. Lo sfortunato accaduto compromise seriamente la sua deambulazione. Le stampelle divennero inevitabili, il tempo passava e il signor Italo non riusciva a lasciarle».

 

Continua il parroco di San Savino: «Un giorno con la moglie si recò a Loreto e davanti alla Santa Casa avvertì l’esigenza di fare a meno delle proprie stampelle. Così fece, lasciando come pegno i suoi sostegni alla Vergine Lauretana, tornò a casa senza. Dopo l’episodio installò una statua della Vergine nel suo mulino, in segno di devozione e gratitudine. Ora che il mulino non c’è più, la Vergine Lauretana, torna a vegliare sulla nostra gente».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *