GROTTAMMARE – Opportunità in vista per chi ha intenzione di acquistare la prima abitazione a Grottammare. Entro il 20 maggio 2019 è possibile presentare domanda per ottenere i “buoni casa”, i contributi regionali a fondo perduto  previsti dal Piano regionale di edilizia residenziale, triennio 2014/2016.

 

 

Possono presentare domanda le famiglie, anche composte da una sola persona, e le altre formazioni sociali di cui alla legge n.76/2016 (unioni civili e convivenze di fatto), che presentino un ISEE non superiore a 39.701,19 euro. I fondi disponibili in ambito regionale ammontano a 2 milioni di euro e verranno utilizzati per la concessione di 80 buoni casa da 25 mila euro ciascuno.

 

 

Per far parte della graduatoria è necessario possedere una serie di requisiti: avere la residenza o prestare attività lavorativa in ambito regionale da almeno 5 anni consecutivi o essere cittadini residenti all’estero che intendono rientrare in Italia; non essere titolari di una quota superiore al 50% del diritto di proprietà o altro diritto reale di godimento su una abitazione adeguata alle esigenze del nucleo familiare e ovunque ubicata.

 

 

Alle domande ammissibili pervenute entro il termine del 20 maggio verrà attribuito un punteggio che terrà conto della classificazione del Comune e del valore ISEE del nucleo familiare richiedente. Il comune di Grottammare è inserito tra i Comuni ad alta tensione abitativa (ATA) ed occupa la terza  delle 4 fasce previste dal calcolo del punteggio (1aComuni colpiti dal sisma e Unioni di comuni; 2a Comuni capoluogo; 3a Comuni ATA; 4° altri Comuni).

 

 

La domanda deve essere compilata in ogni sua parte utilizzando l’apposito modello disponibile presso l’Ufficio Politiche per la casa o scaricabili dal sito istituzionale del Comune di Grottammare.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *