SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si apre il dibattito sul Bum, il Bollettino ufficiale municipale. Continuare a consegnarlo a domicilio o cambiare sistema? La popolazione si sta orientando alla lettura online, che comporta risparmi per gli editori dei giornali e per gli utenti, oltre naturalmente a potere inserire maggiori informazioni perché lo spazio di internet è potenzialmente illimitato. E’ una via percorribile quella di un formato digitale del Bum? Quanto risparmierà l’amministrazione? Attualmente l’ente spende circa 30mila euro l’anno tra la stampa in appalto alla Teconostampa Srl di Loreto e la distribuzione curata dalla Sr Communication Srl.

 

Del futuro del Bum si discuterà nella conferenza dei capigruppo convocata per lunedì 10 settembre dal presidente del Consiglio comunale, Giovanni Chiarini, dietro indicazione del capo di gabinetto dl sindaco Luigi Cava. La maggioranza si consulta con i politici di tutti gli schieramenti rappresentati in Consiglio, poiché il Bum non è nel programma di mandato della giunta Piunti. Siamo all’inizio di un percorso che, in ogni caso, porterà a dei cambiamenti nella redazione e diffusione del Bum.

 

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *