SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il comitato di quartiere Sentina ringrazia gli abitanti delle vie della Pizzarda, del Gabbiano, del Passero e dell’Airone che «con senso di comunità hanno collaborato per evitare la perdita di parcheggi in via dell’Airone e per ottenere la migliore soluzione possibile».

 

«Nel 2016 il comitato di quartiere Sentina – racconta il presidente Marco Alessandrini – scopre l’esistenza del progetto della pista ciclopedonale, approvato dalla precedente amministrazione senza nessuna consultazione o comunicazione al comitato di quartiere. Due assemblee pubbliche nel 2016. Tre assemblee pubbliche nel 2017.

 

Un progetto originario (non modificabile in quanto finanziato dall’Europa) che prevedeva pista ciclabile e doppio senso di marcia in via dell’Airone con conseguente totale eliminazione dei parcheggi, per i residenti l’unica possibilità di parcheggio era in via del Cacciatore».

 

Dice ancora Alessandrini: «Dopo ampie discussioni si sviluppa il progetto attuale che prevede il senso unico in via dell’Airone e via della Pizzarda con la realizzazione di un tratto di strada che unisce le due vie, approvato in assemblea pubblica nel 2017».

 

«Risultato finale: in via dell’Airone istituzione del senso unico, la conservazione dei parcheggi sul lato nord, la perdita di circa 8 parcheggi sul lato sud, la creazione di almeno 22 nuovi parcheggi alla fine della via. In via della Pizzarda la realizzazione del senso unico».

Da qui il ringraziamento agli abitanti della zona interessata dalla Ciclovia Adriatica.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *