CRONACA – La disponibilità della Unieuro e una pronta convocazione del Prefetto. Nella tarda mattinata di lunedì 15 luglio la UGL e la sua RSA in Unieuro saranno in Prefettura.

 

 

«Un incontro importante ma difficile, un momento di pace armata – affermano gli iscritti a Ugl -. Sullo sfondo rimangono forti divisioni, guarderemo avanti al cuore del problema e cercheremo di trovare una soluzione condivisa che escluda licenziamenti mascherati da trasferimenti. Interi nuclei familiari vivono momenti di forte apprensione, è impossibile trasferirsi a Gela o Portogruaro e nelle famiglie rimangono impegni finanziari già presi e da rispettare. La UGL e la RSA ritengono che spazi operativi occupazionali ci siano con un mix di interventi».

 

 

«Le dure prese di posizione le rivendichiamo tutte, ma non saranno ostative a un approccio costruttivo e pragmatico con la Unieuro – conclude Ugl -. Comunque vada lunedì 15-7 sarà una svolta decisiva. La UGL va all’incontro con il proposito positivo di escludere i licenziamenti e disinnescare un lungo e duro contenzioso con la Unieuro».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *