SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un carro per le sfilate di Carnevale è rimasto al suo posto, dietro la curva nord del glorioso stadio Ballarin. Sei capannoni e cinque carri sono stati sgomberati e parcheggiati nel piazzale (LEGGI QUI). Ma quello di Mariano Vesperini non è stato rimosso. Permanendo questa situazione diverrebbe assai complicato procedere alla riqualificazione del Ballarin.

 

«C’è un’ordinanza del sindaco Piunti che dispone che i carri debbano essere smantellati. Ne è rimasto uno che non se ne vuole andare. Vuol dire che l’amministrazione comunale provvederà con un’apposita ordinanza di sgombero. Tra l’altro, restando dov’è ora ci impedirebbe di demolire la curva nord, che è un tassello verso la riqualificazione dell’area Ballarin», afferma il vice sindaco Andrea Assenti.

 

Mariano Vesperini non rilascia dichiarazioni in merito alla vicenda, ma lascia intendere che nessuno è autorizzato a toccare la sua proprietà. «La questione è in mano al mio avvocato», si limita a dire il carrista.

 

Lo smantellamento dei capannoni e dei carri è stato definito con un’ordinanza del sindaco Piunti del 27 agosto 2018. Il 30 ottobre si riuniva il consiglio direttivo dell’Associazione Amici del Carnevale. Dieci membri autorizzavano la ditta Malavolta ad eseguire l’intervento e conferivano al presidente dell’Associazione, Alberto Malavolta,  il “mandato esclusivo, senza alcuna limitazione, di poter gestire i lavori di sgombero e successivamente di montaggio dei capannoni nei luoghi da destinarsi”.

 

Nonostante l’ordinanza di sgombero del sindaco e la deliberazione dell’Associazione Amici del Carnevale, il carro di Vesperini non è stato toccato. Si suppone che le ragioni di Vesperini si basino su valide argomentazioni.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *