GROTTAMMARE – Un esemplare di Arancio ‘Biondo’ del Piceno farà bella mostra di sé a Roma, nell’Aranciera Semenzaio di San Sisto. Presso la prestigiosa location capitolina, è in via di creazione una collezione-museo di piante per la valorizzazione degli agrumi italiani, unitamente alla pubblicazione di un libro che raccoglierà tutti i biotipi della penisola.

 

 

Per questo motivo, l’associazione La Mel’Arancia ha donato una giovane pianta del “Biondo” locale (fornita dal socio Marco Santori), l’arancio inserito dall’ASSAM tra le biodiversità marchigiane a fine 2016.

 

 

 

Il progetto romano è legato anche alla partecipazione della realtà associativa grottammare alla manifestazione “Italia Terra di Agrumi”, in corso dal 16 marzo con degustazioni nei mercati rionali della capitale e che vedrà il clou sabato prossimo, 23 marzo, con l’apertura al pubblico dell’Aranciera di San Sisto, luogo di eventi legati alle tipicità italiane a due passi dalle Terme di Caracalla, e domenica 24 con un programma riservato agli addetti ai lavori. L’evento ha il patrocinio della Città di Grottammare.

 

 

«Quando ho ricevuto la telefonata dalla Camera di Commercio di Roma, che poi ho girato all’associazione La Mel’Arancia – ricorda l’assessore alle Attività produttive, Lorenzo Rossi -, sono stato davvero felice. Si tratta della prova concreta dell’attenzione che si è prodotta attorno alle varietà di agrumi del nostro territorio. Stare a fianco ai maggiori consorzi e presidi di tutela agrumicoli italiani, è un onore e uno stimolo a proseguire nel lavoro di riscoperta e promozione».

 

 

“Italia terra di agrumi” è un evento patrocinato dalla presidenza dell’Assemblea Capitolina e partecipato dai maggiori consorzi e associazioni di settore nazionali, con il supporto del Centro Agroalimentare di Roma (Car). La manifestazione è nata per promuovere la ‘cultura’ del vivere sano e della corretta alimentazione a base di eccellenze del “made in Italy”.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *