Vivere da immigrati a San Benedetto: la carica di Bara e gli altri