GROTTAMMARE – «Caro esercente, difendere l’ambiente che ci circonda, nel quale respiriamo e viviamo, è il principale dovere che ciascuno deve responsabilmente affrontare per salvaguardare il nostro presente e consentire alle giovani generazioni di avere un futuro. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo è necessaria la tua collaborazione». Con questo invito l’amministrazione comunale si rivolge agli esercenti e ai titolari di uffici, alberghi e b&b per discutere del progetto l’ABC di Grottammare ad un vero e proprio tavolo di lavoro, dove tutti possono proporre il modo migliore per raggiungere l’obiettivo comune, l’ambiente.

 

 

Nato da una collaborazione con Cupra per l’Ambiente, il progetto #ABCdiGrottammare vuole migliorare l’ambiente e diminuire lo spreco di risorse preziose. ABC sta per #Ambiente #Bene #Comune, per testimoniare che per tutelare l’Ambiente occorre l’impegno di tutti, amministrazione, imprese e cittadini.

Un primo tavolo si è svolto venerdì alla presenza del sindaco Piergallini, che ha rilevato come «un sistema funziona se riesce a fare rete fra chi produce e chi sostiene l’ambiente. Non c’è contrasto tra queste realtà, l’ambiente è una risorsa preziosa, specialmente per i piccoli comuni marini e turistici».

«Si tratta di un progetto ambizioso, teso a ridurre la produzione di rifiuti scegliendo prodotti che utilizzano packaging sostenibili, riutilizzabili o riciclabili, e riducendo i costi di smaltimento e i rischi per l’ambiente e la salute», gli ha fatto eco l’assessore all’ambiente Alessandra Biocca, «ma a piccoli passi e tutti insieme è possibile raggiungere l’obiettivo».

«La Regione Marche ha varato una legge contro le plastiche in mare e alcuni comuni, tra cui Senigallia – ricorda il consigliere regionale Urbinati -, hanno già adottato la delibera per rendere il proprio territorio plastic free».

«Oramai conosciamo tutti le isole di plastica, che si trovano anche nel Mediterraneo e costituiscono un grande pericolo per i nostri mari, ma i cittadini cosa possono fare, chiede un commerciante. Ciascuno di noi è in prima linea e ha la possibilità di scegliere: le nostre scelte come produttori, venditori o consumatori sono importanti, perché insieme formiamo grandi numeri e riusciamo a togliere molti rifiuti dalle discariche o dagli inceneritori», spiega l’Assessore di Cupra Roberta Rossi, che ha ideato il progetto per il suo Comune e ora lo vede realizzarsi anche a Grottammare.

Francesca Pulcini, presidente di Legambiente, partener del progetto, precisa che è proprio questo il punto di forza dell’iniziativa: «Aver messo insieme produttori, negozianti, associazioni, amministratori comunali e anche il gestore dei rifiuti, Picenambiente, tutti impegnati a ridurre la produzione di rifiuti. Le politiche di prevenzione aiutano a sostenere le aree marine protette e anche l’offerta turistica dipende dal livello di attenzione che si rivolge all’ambiente».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *