SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Turismo, estate 2018 con i flussi dei vacanzieri in ascesa rispetto al 2017. E gli alberghi sono ancora pieni di turisti. Soddisfatto dell’andamento estivo Gaetano De Panicis, presidente dell’Associazione Albergatori Riviera delle Palme.

 

«La soddisfazione – chiosa De Panicis – deriva dal paragone con l’estate 2017 e con l’andamento delle altre stazioni balneari. Ho letto che a Gallipoli c’è stato un calo spaventoso e anche nella vicina Porto San Giorgio gli imprenditori turistici non ridono. Ho sentito gli albergatori della Riviera e mediamente c’è buonumore per come sono andate le cose e per le previsioni fino ai primi di settembre, quando ci sarà il controesodo per via della riapertura delle scuole».

 

Nel 2017 si è registrata la flessione rispetto al 2016, a causa del terremoto del centro Italia. Quest’anno sono stati recuperati i turisti che sono mancati nel 2017. «A tenere a un buon livello la stagione estiva – dice ancora De Panicis – sono i turisti fidelizzati. Si tratta di clienti che vengono per il sole, il mare, il clima e l’accoglienza delle strutture ricettive, al di là degli eventi culturali.

Un evento può fare aumentare le presenze per qualche giorno ma non può determinare una stagione. In questo fine settiamana, ad esempio, avremo “L’Antico e le Palme”, che porterà nelle camere un 10-20% in più. Ma è ovviamente un fenomeno passeggero. Quello che rende forte il turismo sambenedettese è lo zoccolo duro dei clienti fidelizzati».

 

E’ stata una stagione equilibrata? «Giugno è risultato al di sotto delle previsioni, ma credo che sia dipeso da fattori economici. Se l’economia non tira il turismo va giù, come tutti gli altri settori produttivi». Conclude De Panicis: «Il bilancio definitivo lo faremo quando avremo i dati ufficiali  su arrivi e presenza elaborati dalla Regione Marche».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *