SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Stanotte intorno alle 2 dei ragazzi hanno trucidato con una mazzetta di ferro un riccio. Le grida del povero animale ci hanno svegliato. Oggi al riccio, domani a chi? E questi che ci fanno con una mazza di ferro in piena notte? Il cadavere è ancora lì tra gli ulivi». Un commento inquietante di una persona, testimone a distanza di quanto è accaduto la notte scorsa nei pressi del campetto di calcio di via Monte Conero, nel quartiere Ragnola di Porto d’Ascoli. I residenti della zona hanno appreso la notizia con una certa preoccupazione.

 

Qualcuno nel quartiere riferisce di avere notato un gruppo di giovani, una decina, bazzicare di sera nell’area di via Monte Conero. C’è chi racconta che normalmente i ragazzi non danno fastidio e non bevono, seppure qualche macchina abbia subito abbozzature per le pallonate ricevute. Intanto, il povero riccio resta là, tra l’erba, sotto l’ulivo che ispira, almeno lui, un sentimento di quiete.

 

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *