SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Da una quindicina di giorni un topo giace morto sulla strada, vicino all’ingresso della mia abitazione, ho segnalato l’episodio alla PicenAmbiente e alla Polizia locale, ma è ancora lì e si sta decomponendo a terra». E’ infuriato Pietro D’Aprile, residente al numero 1 di via Forte, ai piedi del quartiere Paese Alto».

 

«Il ratto – lamenta l’uomo –  per alcuni giorni ha emanato un cattivo odore, che si è attuenuato a mano a mano che procedeva la decomposizione. Io ho tre bambini, oltre ad essere una questione di decoro urbano è anche una questione di igiene. Il topo va rimosso e la strada disinfettata».

 

Il residente riferisce di avere telefonato alla PicenAmbiente e alla Polizia locale, di avere parlato di persona con gli operatori sulla strada. «Poiché in oltre due settimane nessuno si è interessato della questione, questa mattina mi sono recato al comando della Polizia locale in piazza Battisti dove ho di nuovo sollecitato di procedere alla bonifica del sito. Se la situazione non sarà risolta in giornata, presenterò una segnalazione alla Procura della Repubblica».

 

Conclude il signor D’Aprile: «I turisti si recano a vedere il Paese Alto passando per via Forte. E fotografano il torrione all’imbocco della strada, poco oltre l’incrocio con la Statale 16. Ebbene, il topo in decomposizione giace proprio dove i vacanzieri si fermano  a  scattare le foto. Una brutta cartolina turistica della Riviera».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *