«Tac, risonanza, visite specialistiche: attese di un anno», la denuncia di Core