SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Queste dichiarazioni fanno accapponare la pelle ed evidenziano una memoria cortissima del vicesindaco». Il consigliere del Pd Tonino Capriotti controbatte al vicesindaco Andrea Assenti sul caso “Project Piscina Comunale Gregori”. (LEGGI QUI COSA HA DETTO ASSENTI)

 

«Una rilettura del verbale delle 8/9 ore del consiglio comunale del 23 dicembre 2017 – chiosa Capriotti – sicuramente lo aiuterà a ricordare che glielo avevamo detto e ripetuto più volte. Queste affermazioni irriguardose nei confronti di chi cerca la giustizia ed a mio avviso sta cercando di evitare danni peggiori alla nostra comunità, non gli fanno onore.

 

Glielo avevamo detto in tutte le salse che quel project evidenziava grosse irregolarità soprattutto da un punto di vista urbanistico. Gli avevamo indicato la strada da percorrere salvaguardando le aspettative di chi ha dato anima e corpo ed ha fatto la storia del nuoto sambenedettese e della piscina comunale».

 

Insiste Capriotti: «Incuranti di tutto e di tutti sono andati avanti ed oggi la colpa di questo blocco sarebbe del comitato stop project piscina comunale? Invito tutti a rileggere i numerosi articoli e lo stesso verbale della vigilia di Natale, tanta era la fretta di allora, che evidenziavano con chiarezza le diverse criticità che oggi giustamente il Tar vuole chiarire».

 

Il monito di Capriotti: «Caro vice sindaco riconvochi la commissione, incontriamoci con tutti i soggetti interessati in particolare con chi da anni tiene viva questa struttura comunale, rispolveriamo i progetti che sono da tempo depositati in Comune e ricominciamo tutto da capo se vuole fare il bagno a giugno 2020, anche se in ritardo rispetto alle vostre promesse».

 

Conclude il consigliere dem: «I cittadini ormai vi conoscono bene».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *