SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Successo per il Catamarano della Salute, che  da sabato 16 giugno è ancorato al porticciolo turistico di San Benedetto. Per due giorni visita i  cittadini. Un vero e proprio catamarano che dal 2011 porta la dermatologia fra i porti italiani. La sua fondatrice, la Dott.ssa Adele Sparavigna, parla di una ricerca itinerante e multidisciplinare che ha per tema l’uomo, il sole e l’ambiente marino. Nato come laboratorio sul mare, il Catamarano della Salute è un luogo dove ricercatori, medici, biologi marini, climatologi ed ecologisti possono studiare e mettere in pratica le loro conoscenze, dando vita a campagne di sensibilizzazione di grande impatto sociale e mediatico.

 

Molti ragazzi disabili del Centro Biancazzurro hanno usufruito delle visite degli specialisti. La dermatologa sambenedettese Villa, con la sua assistente, dedica una giornata agli utenti del Biancazzurro con visite gratuite. Alla presentazione dell’evento, presso il Circolo Nautico,  hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco Pasqualino Piunti e l’assessore al sociale Emanuela Carboni.

 

Lo staff fisso di bordo è composto dalla Dermatologa e Dermonauta dott.ssa Adele Sparavigna, l’Istituto di Ricerche Dermatologiche Derming, di Milano, che promuove l’iniziativa grazie al contributo incondizionato di ISDIN, azienda dermocosmetica che ha intrapreso un percorso di ecosostenibilità della protezione solare, mediante il progetto Blue Wave. I dermatologi delle associazioni patrocinanti ISPLAD, ADECO, DDI e SKINECO, e non solo, effettuano le valutazioni della cute. Importante e significativa novità di questa edizione è la partecipazione attiva delle municipalità coinvolte dal progetto, i Comuni di Napoli (delega al mare, Dottoressa Daniela Villani) e San Benedetto del Tronto (Pasqualino Piunti, Sindaco). Altra importantissima novità è il sostegno dell’associazione Mare Vivo con iniziative congiunte.

© Riproduzione riservata


Stampa
One comment on “Successo per il Catamarano della Salute al porticciolo turistico di San Benedetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *