GROTTAMMARE – Il leggendario ’Battaglione San Marco’ è da sempre un vanto dell’Italia. Nato 99 anni fa a Venezia sin dalla sua istituzione è considerato un corpo d’élite, una punta di diamante in assoluto fra le più preparate dell’Esercito Italiano. I Marò del San Marco sono i Marines italiani.

 

Il Cav. Uff. Tullio Luciani, lo conosciamo principalmente per le attività di cabaret, di organizzatore di molte serate di beneficenza e di Agente di Commercio di prodotti alimentari. Pochi però sanno che all’inizio degli anni settanta Luciani (l’unico marchigiano di quel corso) ha fatto parte proprio del glorioso”Battaglione San Marco”, condividendo per due lunghi anni esperienze con giovani di ogni angolo d’Italia.

 

Questa reunion, alla quale hanno partecipato Marò provenienti da Sicilia, Puglia, Lazio, Toscana, Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Piemonte ed Alto Adige è stata la prima in assoluto (la prima anche nella Regione Marche), per i marines del San Marco che si sono ritrovati per ricordare gli anni trascorsi insieme ma anche per conoscere le bellezze del territorio Piceno.

 

Il primo momento, molto apprezzato da tutti gli ospiti, è stato il saluto di benvenuto del Sindaco Enrico Piergallini, che dopo aver fatto gli onori di casa ha donato loro alcuni libri della città. Con l’ausilio della apprezzata guida turistica Nicolas Abbrescia, il gruppo ha avuto modo di scoprire le bellezze del nostro territorio: Il Paese Alto di Grottammare nel pomeriggio di venerdì, Ascoli Piceno il sabato mattina, infine Offida e Ripatransone nel pomeriggio dello stesso giorno.

 

Dopo la parte culturale, non poteva mancare quella dedicata all’intrattenimento, le serate di venerdì e sabato sono state allietate dalla bella voce del cruner Angelo Castiglione (ex marò del San Marco) che ha eseguito alcuni fra i più noti brani swing italiani e stranieri, poi grande finale con le imitazioni di personaggi famosi del bravo show- man Angelo Carestia. L’Hotel Roma della famiglia Roncarolo è stata la “CASA” apprezzatissima da tutti, con ospitalità e servizi di alto livello e con una cucina di qualità assoluta.

 

Domenica 30 settembre c’è stato nella Chiesa di San Pio V° il momento più emozionante con la lettura della “preghiera del marinaio” con il Picchetto d’onore schierato in mezzo alle tre bandiere, quella della Marina Militare Italiana, del Battaglione San Marco e quella del contingente che hanno fatto battere forte i cuori delle persone presenti alla cerimonia: al termine della stessa, inoltre, c’è stato il suggestivo passaggio di consegna della bandiera del contingente del San Marco che da Grottammare è idealmente passata a Brindisi dove i Marò  fra due anni si rivedranno per un’altra grande festa.

 

Un week-end indimenticabile che tutti i Fratelli, così si chiamano fra di loro i commilitoni, porteranno per sempre nei loro cuori, tanto che in molti hanno detto di aver trascorso a Grottammare i tre giorni più belli della loro vita. Emozioni fortissime, tutti profondamente commossi ma con la immensa gioia di essersi riabbracciati dopo tanti anni. Un ringraziamento particolare al Marò BSM Bruno Chinca.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *