SAN BENEDETTO DEL TRONTODomani in consiglio regionale torna la questione stoccaggio gas. In assemblea legislativa verrà presentata una mozione che impegna la Giunta a promuovere una valutazione delle condizioni ambientali del sito scelto.

 

L’affaire centrale di stoccaggio si arricchisce di un nuovo capitolo. Ad attaccare è il Pd marchigiano, attraverso il consigliere Fabio Urbinati: «Non dobbiamo concedere una proroga al progetto “San Benedetto Stoccaggio”» dice Urbinati. «perché questo vorrebbe dire dover redigere una nuova Valutazione d’Impatto Ambientale. Ma questa é stata giá concessa, con tutte le previsioni del nostro studio da parte di Terre.it».

 

Quello studio diceva che il sito scelto per l’impianto, sito in zona Agraria, non era compatibile. A renderlo inadeguato era tutta una serie di rischi, come quello sismico e idrogeologico.

 

Il punto é che si sarebbe dovuto realizzare l’impianto entro cinque anni dal rilascio della VIA, ossia a giugno 2019. «La centrale non é stata fatta, e in estate la Gas Plus potrebbe chiedere una proroga. In pratica, si tornerebbe da capo. Ma a tal riguardo la Gas de France é giá uscita dalla join venture. La Gas Plus non ci dá garanzie e noi non vogliamo questo impianto».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *