SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ieri vi abbiamo parlato di tutti i motivi che frenano lo scambio Lulli-Stanco tra Samb e Pordenone, con la società rossoblù che non ha qualcuna intenzione di corrispondere una ricca buonuscita all’attaccante ex Modena per liberarlo in direzione Friuli.

L’AD Andrea Fedeli si è molto irrigidito con il presidente dei ramarri Mauro Lovisa, visto che dieci giorni fa la trattativa era stata chiusa sulla base di uno scambio secco tra i due giocatori.

Poi le alte richieste di Stanco hanno cambiato tutto, con la società neroverde che ha chiesto alla Samb di partecipare all’ingaggio di Stanco con una ricca buonuscita da 50mila euro: i rossoblù hanno risposto picche, visto che poi avrebbero dovuto accollarsi anche l’ingaggio di Lulli.

Niente puzzle, dunque: Stanco resta in Riviera, Lulli al Pordenone e Chinellato al Padova: il mercato della Samb potrebbe già essere finito qui, tranne un ultimo rinforzo in mezzo al campo a cifre contenute.

 

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *