Sottostazione ferroviaria, Curzi: «Una fermata per studenti e lavoratori»