SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Via Val Tiberina, cantiere per le fognature delle acque piovane ancora senza fine. Il vicesindaco Andrea Assenti, nel corso di un’assemblea pubblica, aveva annunciato per metà aprile la conclusione dei lavori e la completa riapertura della strada del quartiere Agraria di Porto d’Ascoli. In seguito parlò di luglio. Oggi, 20 agosto, il cantiere è ancora aperto.

 

«La Ciip – dice Antonio Romano, presidente del quartiere Agraria – deve ultimare alcuni interventi, per questo i tempi sono slittati. Ad ogni modo, mi ha riferito l’assessore al bilancio Andrea Traini che la Ciip e il Comune si sono accordati per la completa asfaltatura di via Val Tiberina, una volta che verrà terminata la rete fognaria delle acque bianche. Ormai dovremmo essere in dirittura d’arrivo. Spero che per i primi di settembre l’area all’incrocio con la Statale Adriatica possa tornare fruibile al 100%».

 

Parliamo di un appalto Ciip in origine di 650mila euro, a cui si sono in seguito sommati altri 200mila euro circa. L’intervento era stato pogrammato per il mese di novembre 2015 e doveva durare 375 giorni. Insomma, tutto finito per l’inverno 2016. Almeno nelle intenzioni. Per una serie di intoppi lungo il tracciato la ditta Simeone Nicola, aggiudicataria della gara, fermò i lavori che poi ripresero in maniera definitiva ai primi del 2017.

 

«In verità – l’appunto finale del presidente Romano – dopo i ritardi del 2015-2016, l’amministrazione aveva parlato di fine cantiere per gennaio 2018, poi per aprile, infine per luglio. Ora però siamo davvero alle battute finali».

 

La trafficata via Val Tiberina è rimasta chiusa per alcuni periodi all’intersezione con la Statale 16. Da qualche tempo sono stati riaperti due dei tre punti di ingresso-uscita. Resta ancora chiuso il segmento a sud.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *