SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La tristezza di una Riviera spoglia e disadorna per le festività natalizie sembra allontanata dal cuore della città: l’8 dicembre i rappresentanti dell’amministrazione comunale scenderanno in piazza per accendere le luminarie.

 

Si è svolto oggi in comune alle 15 un incontro tra l’amministrazione Piunti, i rappresentanti dei quartieri, le associazioni di categoria e una nutrita schiera di commercianti, una ventina tra quelli di via Montebello, viale Secondo Moretti e zone limitrofe.

«È andata bene: nonostante cento, mille ragioni chi non ce la fa, una parte di paganti ci sono quindi le luminarie si metteranno. Non tutti aderiranno, ma c’è gente che non ha mai pagato, chi paga sempre, quelli altalenanti, anche a causa di un turnover altissimo nelle attività commerciali» racconta Maria Angelotti, direttore di Confcommercio.
«Come era prevedibile è andata molto bene – afferma con soddisfazione Carmine Chiodi, presidente della commissione commercio del comune – hanno aderito oltre venti operatori, le associazioni di categoria e i comitati di quartiere: tutti hanno ribadito la volontà forte di stare con l’amministrazione e si sono messi a disposizione per le luminarie in centro, abbiamo chiuso questo buco».
Continua Chiodi con una vena di polemica: «Per qualcuno doveva essere l’anno zero della morte delle iniziative natalizie, per poi rinascere nel nuovo anno. È e sarà invece l’anno zero della collaborazione tra il quadrilatero dello shopping e l’amministrazione che lo sta recuperando a livello commerciale, dopo il declino degli ultimi anni».
E ancora: «Si instaura così un importante rapporto con i commercianti a beneficio della cittadinanza sambenedettese fervida, proba, rispettosa della propria dignità e del proprio passato: omaggio alla città che ospita le attività commerciali e permette loro di proliferare».
Per Porto d’Ascoli non dovrebbero esserci particolari criticità, o almeno questo è ciò che Chiodi si augura. Domani 29 novembre infatti vi sarà probabilmente un incontro tra le associazioni di zona – Pda Shopping Center e Porto d’Ascoli al Centro – che hanno già dato la disponibilità a Valter Amante per incontrare Piunti e i suoi.
«Alcuni si stanno già organizzando, e mi hanno dato mandato di vedere cosa vuole proporci l’amministrazione» rivela Amante, che tiene a manette il riserbo sulle attività già in essere e le reali disponibilità fino all’incontro di domani con l’assessore al commercio Filippo Olivieri.
La Riviera superate le difficoltà dovute alla congiuntura economica sfavorele tornerà quindi a splendere anche per il Natale 2018.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *