Scissione Pd, Morganti: «Resto nel partito. La divisione? Inopportuna»