SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il lungomare, la sua fruibilità e la sua funzione strategica per la città insieme a tutto il water front. Fausto Calabresi è il presidente provinciale di Confcommercio. Come immagina la litoranea?

 

«E’ necessaria una maggiore attenzione alla viabilità. Bisogna mettere qualche agente della Polizia municipale sul ponte del torrente Albula. Dove ci sono gli attraversamenti aiuterebbe d’estate a smaltire le file chilometriche, riducendo gli ingorghi e l’inquinamento acustico e dell’aria».

 

L’estetica? «È bello così nella parte nuova e sarebbe bello realizzarlo tutto, penso che sarebbe un unicum mondiale: 5 km di lungomare sono una caratteristica solo nostra.

 

Il lungomare nord conserva le linee degli Anni Trenta e quello sud è nuovo: hanno due distinte identità dal punto di vista estetico. Ora è fondamentale ricongiungerli completando il restyling della zona nord. Così diventerebbe un’opera bellissima, grazie anche al progetto del grande Farnush Davarpanah».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *