SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Certi pensieri non svaniscono mai del tutto e possono tornare fortemente d’attualità. Daniele Cacia alla Samb, un anno dopo la pista può riaprirsi con ancora più concretezza.

Il suo nome è stato accostato ai rossoblù fino all’ultimo giorno dello scorso calciomercato estivo, con lo presidente Fedeli che aveva ammesso il gradimento per il calciatore e il tentativo fatto per portarlo a giocare al Riviera delle Palme.

Poi, però, l’accordo tra le parti non fu trovato e la chiamata del Cesena lo spinse a dire sì, con l’obiettivo di diventare il miglior marcatore di tutti i tempi in Serie B (ora con 134 reti ha una media gol migliore di chiunque).

Un’estate dopo qualcosa è cambiato: la stagione non è stata esaltante e il Cesena sembra essere destinato al fallimento: tutti i giocatori diventerebbero svincolati e Cacia, con un anno in più sul gruppone, potrebbe davvero scegliere di ‘fermarsi’ per rimanere a vivere con la sua famiglia nell’amata casa di Grottammare.

Il passato all’Ascoli è solo un ricordo (il bomber si è lasciato molto male con il club e anzi avrebbe stimoli ulteriori in rossoblù per la rivalità cittadina) e, secondo indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, la Samb è tornata a pensare seriamente a lui per l’attacco.

Uno così in Serie C può fare tutta la differenza del mondo, le condizioni per il trasferimento sono più favorevoli e i tifosi non hanno mai smesso di sognare un centravanti come lui per il definitivo salto di qualità.

 

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *