SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella giornata di ieri sembrava tutto fatto per il rinnovo di contratto di Mirko Miceli con la Samb, mentre ora ecco l’ennesimo colpo di scena di questa intricata vicenda.

Il presidente Fedeli, infatti, ha deciso di bloccare tutto, infuriato per le richieste avanzate dal procuratore Tateo alla sua dirigenza:

«Certe intese con il suo agente non mi sono piaciute – ha dichiarato alla nostra redazione – e io non mi faccio ricattare da nessuno, quindi ho deciso di bloccare tutto. Non ci sarà adeguamento e prolungamento del contratto per Miceli, visto che c’è già un accordo con noi fino al 2019: se poi lui vuole andare via, ci devono portare soldi o il cartellino di un giovane interessante».

La sensazione, però, è che il discorso non sia chiuso e non si escludono ulteriori colpi di scena nella giornata di oggi.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *