Roselli risponde alle critiche: «La Samb non gioca mai per accontentarsi»