SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giornata di conferenza stampa in casa Samb, con mister Giorgio Roselli che ha parlato alla vigilia della sfida di campionato contro il Pordenone, in programma domani pomeriggio allo stadio Bottecchia (calcio d’inizio alle ore 16,30).

 

 

«Non so se con le squadre forti riusciamo ad esprimerci meglio, noi giochiamo sempre per ottenere il massimo contro chiunque. La classifica parla chiaro, il Pordenone ha pochissimi punti deboli. Ho fatto vedere ai ragazzi molti video dei nostri avversari, loro esprimono il massimo per questa categoria. All’andata non erano ancora la squadra completa di adesso, hanno sofferto la nostra velocità poi ci hanno rimontato un po’ casualmente. Nella mia carriera sono stato ambizioso, arrivare non è sinonimo di bravura, rimanere è sinonimo di bravura. Io avrò commesso mille errori, ma ho sempre voglia di imparare».

 

 

 

«Il Pordenone è molto diverso dall’Imolese – conclude Roselli -. Gli emiliani fanno fraseggio bello da vedere, i friulani giocano per vincere il campionato e sono più concreti. La vittoria con la Ternana ci voleva per noi, abbiamo raccolto poco prima, contro il Fano ho sentito polemiche fuori luogo, può capitare di giocare male una partita e non va bene cancellare tutto quello che di buono è stato fatto in precedenza. Siamo pronti a lottare in casa della capolista, ma servirà una Samb perfetta per ottenere un risultato positivo».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *