GROTTAMMARE – Sono state approvate nei giorni scorsi, da parte della giunta comunale, due proposte di rinnovamento urbano per i quartieri Ischia e Stazione a Grottammareche l’amministrazione comunale prevede di realizzare a partire dal prossimo autunno. Entrambi i progetti sono stati elaborati dai tecnici dell’area Gestione delle opere pubbliche, tenendo conto della necessità di restituire vitalità urbana ad opere ormai obsolete e non più attraenti dal punto di vista dell’aggregazione.

 

Intanto, sono state riaperte al transito sia la scalinata di collegamento tra via Toscanini e la SS16, in prossimità dell’incrocio con via Garibaldi, sia via Sant’Agostino, dove sono stati realizzati lavori di messa in sicurezza del piano stradale che a fine 2018 aveva manifestato instabilità gravitazionale.

 

«Abbiamo cercato di completare questi cantieri per l’inizio dell’estate – dichiara il sindaco Enrico Piergallini Siamo arrivati un po’ lunghi ma ci siamo riusciti. Nel frattempo programmiamo le opere che interesseranno l’autunno e l’inverno che ci attendono: la riqualificazione di piazza Giovanni XXIII e del piazzale Stazione. Sono interventi sotto i 100.000 € quindi non costosissimi, eppure dall’alto valore simbolico poiché rappresentano due punti strategici per la vita di entrambi i quartieri».

 

Per quanto riguarda la piazza Giovanni XXIII, il progetto prevede la riqualificazione del piano di calpestio che, nel tempo – la piazza, di fatto integrata nel sagrato della chiesta Gran Madre di Dio, è nata nel 2003 per separare l’edificio di culto dall’intersezione di due strade –, è stato dissestato dallazione delle radici dei pini. Nell’operazione, è compresa anche la riqualificazione del verde con l’abbattimento di 3 alberi e la rimozione di tronchi e impianti radicali. Il valore dell’intervento è stimato in 23.609,24.

 

La revisione del piazzale Stazione rinnoverà sia l’area di ingresso ai binari che gli spazi verdi antistanti. È prevista, infatti, la realizzazione di pavimentazione in travertino per il marciapiede principale (al posto delle betonelle rosse) e tappeti erbosi nelle aiuole circostanti, ulteriormente abbellite da percorsi sinuosi in più colorazioni. L’idea progettuale risponde alla necessità di rendere attuali e confortevoli spazi e arredi per facilitare la socialità. L’intervento è stimato in 52.080 €.

 

 

Per quanto riguarda i cantieri in corso, va rilevato che l’intervento di rinnovamento ed efficientamento energetico degli impianti luminosi urbani (progetto “Nuova luce”) si è spostato in questi giorni in via Cilea, dopo le opere lungo la pista ciclopedonale nord. Successivamente, il cantiere sarà attivo in Corso Mazzini per la sostituzione delle lampade a terra.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *