MARCHE – Revoca dell’incarico di smaltimento delle macerie a Picenambiente, arrivano rassicurazioni sul fronte del personale. A sostenerlo è il capogruppo in Consiglio regionale, Fabio Urbinati. «Da un incontro informale che ho avuto personalmente con i vertici del Cosmari ho avuto garanzie che i 25 lavoratori di Picenambiente saranno assorbiti dalla ditta, che è subentrata nell’appalto di smaltimento delle macerie del sisma all’azienda del Piceno.

 

 

Sin dal momento della revoca dell’appaltosottolinea Urbinati – la mia attenzione è andata al personale di Picenambiente, perché non fosse danneggiato dalla vicenda ed ho continuato ad interessarmi al suo futuro. Ora ho avuto rassicurazioni sul fatto che nessun lavoratore sarà lasciato a casa. Allo stesso tempo – conclude Urbinati –, auspico che l’attività di smaltimento delle macerie riprenda a pieno ritmo quanto prima».  

 

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *