SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Il concorso regionale per medici di pronto soccorso è stato svolto il 17 luglio 2019 presso presso la sede asur5. Nonostante le pratiche presso l’asur5 siano state svolte velocemente, presso la regione si ritarda la chiamata». Il pronto soccorso di San Benedetto del Tronto ha pochi medici, il concorso è stato fatto ma non si sa chi ha vinto. Dubbi, perplessità e preoccupazioni del sindacato Ugl Medici della provincia di Ascoli Piceno.

 

«L’ufficio regionale che si occupa delle chiamate – afferma il sindacalista Benito Rossi –  è il “centro unico regionale per il reclutamento” ma, alla data odierna nulla di fatto. Siamo alle porte del Ferragosto e dubitiamo fortemente che ciò possa avvenire in questo periodo.

 

La carenza di medici nei pronto soccorso evidentemente non è presa nella dovuta considerazione e, di contro, ci aspettavamo una maggiore attenzione al problema, magari eseguendo il concorso prima della criticità estiva.

 

Nell’occasione è bene ricordare che a San Benedetto per la gran parte della turnistica medica si procede con un medico abilitato ai 4 codici ed un medico abilitato ai due codici (bianchi e verdi). Quest’ultima condizione, di rischio clinico, l’abbiamo già denunciata agli uffici della asur5 e regionali oltre che alla magistratura ma nulla è cambiato ad oggi».

 

Conclude Benito Rossi: «Sollecitiamo, pertanto, la Regione  affinché si proceda all’invio dei telegrammi ai vincitori del concorso, ricordando che i pronto soccorso nel periodo estivo non vanno in ferie ma anzi quadruplicano gli interventi».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *