SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Niente da fare, la Samb deve rinviare ancora il suo appuntamento con la prima vittoria in campionato. Contro la Vis Pesaro finisce 1-1 tra i fischi del Riviera, con i rossoblù che ora hanno solo due punti dopo tre giornate di campionato. Le parole del presidente Franco Fedeli a fine partita:

 

«Questa non è la mia Samb, ma mi prendo tutte le colpe: ho scelto io questi giocatori e l’allenatore insieme a mio figlio, evidentemente sono stati fatti degli errori. Essere così triste è davvero negativo, sono demoralizzato. Posso pareggiare e anche perdere, ma voglio vedere una squadra che lotti e abbia degli schemi. Avevo chiesto di far giocare chi sta meglio, ma non sono stato ascoltato. Ora dobbiamo andare avanti con un altro atteggiamento, sarebbe troppo presto cambiare adesso: eravamo inserite tra le favorite e invece abbiamo fatto solo due punti in tre partite. Ora sta alla squadra farmi cambiare l’umore, prima o poi qualche risultato arriverà. Magi, comunque, non è in discussione, assolutamente».

 

Questa, invece, l’analisi di mister Giuseppe Magi:

 

«Siamo molto dispiaciuti, i fischi ricevuti fanno male, ma ce li siamo presi e vogliamo trasformare questa rabbia in energia positiva. Il pareggio di oggi sa di beffa, siamo stati molto vicini alla vittoria. La formazione iniziale? Ho fatto riposare Russotto perché era quello più affaticato, al suo posto ho inserito Calderini, che ha le caratteristiche giuste per giocare vicino alla prima punta. Ora vogliamo rialzare la testa già dalla prossima partita, cercheremo di vincere a Gorgonzola contro la Giana Erminio. Abbiamo preso gol su una palla inattiva, dispiace tanto perché abbiamo concesso davvero poco a loro».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *