SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il presidente Franco Fedeli non nasconde tutta la sua amarezza dopo il 2-2 della sua Samb contro il Pordenone e lancia frecciate per tutti:

 

«La Samb del secondo tempo è inguardabile, me lo sentivo che sarebbe arrivato il pareggio per questo continuavo a ripetermi che ci voleva calma dopo il raddoppio. L’errore di Sala è stato decisivo – continua Fedeli- , ha rimesso il Pordenone in partita. Mi ha detto che è scivolato, ma per me è stata una papera. Non so cosa dire, poche squadre si sarebbero fatte rimontare sul 2-0, sono molto arrabbiato.

 

Il numero degli spettatori? Si può gestire così una società che ha più di 200.000 euro da pagare al mese? Allora vuol dire che meritiamo di tornare in Serie D, visto che in quella categoria incassavamo di più. Qui siete tutti bravi a fare i padroni con i soldi degli altri, a criticare un presidente. Si cerca anche di mettere contro me e la tifoseria, quante persone potranno venire a San Benedetto se si cerca sempre di mettere in risalto cose negative per la società? Io non vivo di Samb come voi naturalmente, quindi mi sto stufando di sentire le solite voci sulle cessioni».

 

Questo, invece, il commento di mister Giorgio Roselli:

 

«Era normale avessimo un calo nel secondo tempo, non potevamo essere diventati all’improvviso la corazzata vista nel primo. Mi sono arrabbiato a fine partita perché ho visto i ragazzi delusi, quando invece dovevano essere fieri di aver dato tutto. Sulla carta il Pordenone era favorito, ma noi li abbiamo messi in difficoltà e io lo considero un passo avanti. Molti dei miei giocatori sono usciti dal campo con i crampi, resta da migliorare tanto ma serve ancora tempo. I tifosi? Sono sempre fantastici, ci applaudono anche quando le cose non vanno bene. Dobbiamo essere tutti uniti per uscire bene da questo momento».

 

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *