Pino Bar, Pasquali: «Speriamo che non sia come il “tuffo in piscina”»