SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Da quando ci siamo insediati – dice il sindaco Pasqualino Piunti – ci siamo prefissi di organizzare il concerto del 31 dicembre all’aperto per riportare la gente in piazza. La scelta dei Gemelli Diversi rientra in quest’ottica». (LEGGI LE CRITICHE QUI)

 

L’assessore al turismo Pierluigi Tassotti: «Abbiamo puntato e puntiamo sul Capodanno in Piazza. Per noi non è importante la proposta artistica, ma riportare la gente in piazza. Certo, dobbiamo fare i conti con le nostre disponibilità finanziarie che vanno dai 30 ai 35mila euro. I grandi nomi si prendono con risorse importanti, come Pescara che investe circa 150mila euro. Per i Gemelli Diversi spendiamo 32mila euro come per Giuliano Palma nel 2017 (foto)».

 

«Con le somme a disposizione – chiarisce Tassotti – potevamo scegliere tra Pupo, Elodie e qualche altro. Abbiamo anche scritto a Rds per fare organizzare a loro l’evento del 31 dicembre, visto che ha un ventaglio di proposte a prezzi variabili, ma non ci ha risposto. I Gemelli Diversi ci è sembrata la migliore proposta con i soldi che avevamo a disposizione».

 

Questi i costi per le manifestazioni natalizie del cartellone Città in Festa: il Comune spende in totale 54mila euro (nel 2017 51mila euro). Per quanto riguarda la pista di ghiaccio a Porto d’Ascoli è finanziata dall’organizzatore.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *