ANCONA – Il Governo M5s-Lega “alla prima prova dei fatti”, cioè la conversione del dl terremoto, “ha clamorosamente fallito” e “ha tradito tutte le promesse fatte in campagna elettorale ai terremotati marchigiani”.

 

Il Pd Marche, nelle sue articolazioni istituzionali, territoriali e politiche, fa quadrato e punta il dito sulle politiche dell’esecutivo in materia di sisma, in un incontro stampa con il presidente della Regione Ceriscioli, i parlamentari Alessia Morani, Mario Morgoni e Francesco Verducci, gli assessori e i consiglieri regionali con il capogruppo Fabio Urbinati.

 

Per Ceriscioli il primo segnale dato dal Governo “è stato negativo: nessun cenno sulle risorse, nessun esame alla Camera degli emendamenti, compresi quelli che avevano copertura finanziaria, rinvio dei temi importanti, comne gli organici scolastici, di 6-7 mesi” alla Finanziaria. E ancora il caso Whirlpool, con gli ammortizzatori sociali per soli sei mesi e il tavolo al Mise sospeso. “I parlamentari marchigiani di maggioranza si facciano sentire”.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *