CASTEL DI LAMA – Prosegue la manifestazione che è un appuntamento che da 25 anni porta visitatori ed espositori da tutta Italia a Castel di Lama, la Fiera SS Crocifisso. Venerdì 30 agosto ci sarà  il grande concerto gratuito del popolarissimo “Paolo Belli & Big Band”, previsto per le ore 22 alla pista di pattinaggio.

 

 


«Sono molto fiero di poter ospitare a Castel di Lama un artista di tale spessore con la sua band – dichiara il sindaco Mauro Bochicchio, con tono soddisfatto e aggiunge ironicamente –  Ho già avuto diversi cittadini che mi hanno richiesto che Paolo Belli canti alcune canzoni tra cui anche l’inno della Juve. Io essendo di fede blucerchiata mi sono limitato a un no commet. Scherzi a parte sono contento di tutta questa attesa. La sua vicinanza a tutto il mondo del calcio è tacita, essendo stato eletto per il prestigioso incarico di presidente della Nazionale Italiana Cantanti, sicuramente proporrà un concerto unico, dal ritmo gioioso e contagioso, capace di entusiasmare il pubblico. 
La Fiera del SS Crocifisso è un appuntamento che ormai fa parte della cultura lamense e quest’anno si ripropone affiancando alle tradizioni tante novità che hanno un tema comune: la qualità del cibo, la sua provenienza e la sua preparazione».

 

 


La sintesi delle quattro giornate, all’insegna di esposizioni e convegni, va dal Km zero con Area food con prodotti freschi degli agricoltori locali, agli incontri e dibattiti sul mondo dell’agricoltura e dei prodotti locali, alla presenza di tanti animali: mucche, cavalli, conigli, colombe, pulcini, maiali, falchi, pecore e tante altre specie. Infine ogni giorno spettacoli e intrattenimento musicale fino a tarda sera.  Il programma completo è sul sito
www.fieracrocifisso.it.

 

 

«Una grande soddisfazione organizzare la Fiera – conclude il sindaco –  ma anche una grande ed ardua impresa, che ogni anno riesce a realizzarsi grazie alla generosità di tanti sponsor locali, alla professionalità della consigliera delegata Cinzia Fazzini e dal prezioso collaboratore Domenico Marozzi, senza di loro non sarebbe Fiera».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *