ACQUAVIVA PICENA – Ai tanti che invocano la fibra ottica il sindaco Pierpaolo Rosetti lancia una speranza: nel 2020 il centro collinare avrà la banda ultra larga. Infatti martedì 10 settembre si svolgerà in Comune la Conferenza dei servizi n. 16 per la realizzazione della infrastruttura per la Banda ultra larga, finanziata dalla Regione Marche, con Open Fiber, in cui Acquaviva Picena è capofila per i Comuni di Acquasanta Terme, Castorano, Colli del Tronto, Castignano, Maltignano, Arquata.

 

 

«L’opera rientra nell’ambito dei finanziamenti indiretti per le zone svantaggiate, intese come piccoli centri: che la fibra ottica arrivi prima possibile è la speranza, ma ad essere onesti e concreti, dovendo realizzare il progetto, un anno ci vorrà per la realizzazione della struttura. Poi sarà messa in mano ai gestori della telefonia per la commercializzazione. Come ente comunale non siamo proprietari della struttura, il comune non prenderà royalty: noi diamo solo la disponibilità a passare sul nostro territorio».

 

 

Così il sindaco Rosetti alimenta la speranza dei tanti che per lavoro o per diletto si trovano a navigare in rete e ad aver bisogno di un servizio efficace e efficiente, che la fibra ottica renderà finalmente possibile.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *