ASCOLI PICENO – «La diocesi di Ascoli Piceno ha dato la sua disponibilità ad accogliere alcuni migranti della nave Diciotti rinunciando a qualunque contributo del Governo per il loro mantenimento» queste le parole del Vescovo della diocesi di Ascoli Piceno Giovanni D’Ercole nella giornata di ieri mentre partecipa all’Incontro Mondiale delle Famiglie a Dublino.

 

La diocesi di Ascoli Piceno ha voluto precisare con una nota che «La propria attività di solidarietà è universale ed ha riguardo alle persone che si trovano in difficoltà senza distinzione di razza nazionalità e provenienza. A seguito dell’intervento della CEI, per altro apprezzato dall’autorità istituzionale italiana che ha ringraziato e chiesto sostegno diffuso, è apparso doveroso mettersi a disposizione della Conferenza Episcopale esclusivamente nei limiti delle proprie possibilità, e senza sottrarre alcun tipo di risorsa alle persone bisognose del territorio e solo ed esclusivamente sino a quando le autorità istituzionali non avranno chiarito la posizione di ciascun immigrato proveniente dalla Diciotti e non si sia accertato il singolo diritto soggettivo a permanere o meno nel territorio dello stato nel pieno rispetto delle norme che presiedono all’ingresso ed al soggiorno».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *